Salis: la nuova sfida delle copertine digitali

Pubblicato: 13 gennaio 2011 in copertine, E-book

Realizzare la copertina di un libro è un’arte complessa, un processo a cui devono partecipare – alla pari – i creativi della grafica e quelli del marketing per trovare il giusto equilibrio tra suggestioni emotive, comunicazione dei contenuti e messaggio pubblicitario. A volte, come faceva notare qualche giorno fa Benedetta Marietti su Repubblica a proposito delle fascette, si rischia di eccedere:

  • nel trasmettere messaggi ripetitivi e poco credibili (“Alcuni lettori non nascondono la propria insofferenza nei confronti della fascetta come dimostra una discussione nata recentemente su aNobii, il social network dedicato ai libri. Dove viene preso di mira soprattutto il ripetersi delle solite frasi fatte ['il caso editoriale dell' anno', 'un esordio straordinario']“),
  • nel cercare il bello stile grafico a prescindere dal testo che si deve rappresentare, trasformando le copertine in oggetti, sia pure artistici, buoni per arredare le pareti: negli Stati Uniti, racconta il New York Times nella sezione Home & Garden, i designer di librerie sono tra i nuovi professionisti più ricercati dagli arredatori di interni,
  • nel rimanere fedeli a una linea editoriale anche se nel frattempo la scelta dei titoli se ne discosta in maniera rilevante.

La coerenza e l’originalità di Marcos y Marcos, da questo punto di vista, mi pare esemplare. Le sue copertine sono identificabili in maniera estremamente chiara e non a caso l’editore milanese ha scelto un marchio particolare e diverso dal suo classico torchio – una cicogna che vola, disegnata da Franco Matticchio – per la collana di tredici riedizioni speciali a tiratura limitata con la quale festeggia i trent’anni di attività. Ieri sera, in occasione dell’inaugurazione della mostra delle copertine di Marcos y Marcos alla Feltrinelli di piazza Piemonte, a Milano, ho rivolto un paio di domande a Stefano Salis, redattore del Sole 24 Ore Domenica e autore di una rubrica sulle copertine dal titolo Cover Story, sul futuro delle copertine e degli e-book. Nel video all’inizio del post puoi ascoltare le sue risposte.

About these ads
commenti
  1. [...] da decenni in una direzione nuova ma altrettanto duratura. Sempre dal blog di Annese, ecco un’intervista sul tema con Stefano [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...