Woodward e la Washington Post sull'iPad

Pubblicato: 9 novembre 2010 in Giornalismo, iPad, Media

Ferruccio De Bortoli e Andrea Monti hanno provato a recitare con un po’ di entusiasmo quando si sono trovati tra le mani un iPad per promuovere le prima app di Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport. Ma nessuno dei due è arrivato fino a questo punto, all’interpretazione cioè di Bob Woodward, uno dei celebri giornalisti (l’altro era Carl Bernstein) di Tutti gli uomini del presidente, per il lancio della app della Washington Post. Del resto, “questo è il futuro, Bob” gli dice Ben Bradlee, l’uomo che condivise con i suoi uomini in redazione l’opportunità di tirar fuori i famosi Pentagon Papers che avrebbero inchiodato Richard Nixon.

La cosa più divertente è che Rob Pegoraro, il “critico tecnologico” del Washington Post, l’equivalente di David Pogue sul New York Times, la recensisce con una mezza stroncatura:

But the Post app — coming months after the iPad debuts of such other newspapers as the New York Times, the Wall Street Journal and USA Today — lacks some obvious features. That’s not so good.

Ne hanno scritto: Columbia Journalism Review | Poynter Online – Romenesko

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...