Le reti al centro delle città

Pubblicato: 29 novembre 2010 in Sociologia

immagine tratta da Vote with your feet Quando Alberto Abruzzese dice che, nella società delle reti, l’uomo non è più al centro del mondo, probabilmente si riferisce a quello che dice Adam Greenfield:

Ogni urbanismo è oggi un networked urbanism. Il 95% delle persone che vivono nelle città possiedono un dispositivo mobile connesso a internet. Quando cittadini, istituzioni e oggetti sono connessi, anche l’ambiente fisico inizia ad acquisire la capacità di rispondere in modo reattivo alle informazioni, costituendo un “ecosistema di ambienti connessi” che emanano dati e informazioni (da Nova 24, 21/10/2010)

Oppure si riferisce a Give a Minute (foto in alto), un esperimento di relazione sociale che prova a trasformare le lamentele dei cittadini in contributi per la crescita della comunità ed è basato sugli sms visibili su cartelloni luminosi sparsi in alcune città americane (Chicago, soprattutto, per ora) che si può leggere in chiave politica, specie quando il suo CEO, Carol Coletta, afferma:

We don’t need more leaders. We need more followers. Wherever & however you can enter public life is ok.
We need more citizens who feel agency — that they can actually influence the future of their communities. Otherwise, there is complacency and resignation. Give a Minute encourages agency. Go ahead. Share your ideas. Change your city.

Un’ultima possibilità è che si riferisse a un social network basato sulla mobilità, Grapevine, disponibile dal 25 su App Store:

Most social apps just want you to follow people. Grapevine lets you follow and post place-based news, so you can always see what’s going on in the areas you care about most – whether it’s around the block or around the world. Grapevine makes easy to: set up neighborhood watch, report lost and found pets and property, share events, post traffic, accident and detour news, share awareness instantly.

Semplice, banale forse, ma essenziale e, a quanto pare da un primo tentativo fatto in una Milano ovviamente priva di altri noti della rete, efficace. La rete quotidiana al centro della città contemporanea.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...